L’Allievo ( Deshi )

 

Deshi è il termine giapponese con il quale si indica l’allievo delle Arti Marziali che si forma attraverso un incessante rapporto sia con l’insegnante, sia con il resto del gruppo. E’in tale relazione che l’allievo mette in discussione le decisioni prese fino al quel momento per proiettarsi verso il raggiungimento della perfezione nel rispetto dei propri limiti e delle proprie inclinazioni naturali.

La volontà di raggiungere la perfezione della forma senza lotta interiore, senza la disponibilità al sacrificio e all’ideale, viene considerata da un buon insegnante di qualsiasi arte Budo, come un tradimento dei principi della Via.

Nella maggior parte dei casi questo avviene dopo un lungo tempo trascorso all’interno del Dojo ed è per questo motivo che solo pochi allievi riescono a superare l’ostacolo della forma per incamminarsi verso la Via.

Il maestro ha il compito di distruggere la forma cui si attacca l’allievo, non perché sia sbagliata o perché ne conosca una migliore, bensì per proporre un nuovo motivo di conflitto interiore. L’allievo deve dimostrare quindi di essere responsabile, capace di agire, critico in maniera costruttiva sia nei confronti di se stesso sia nei confronti della società.