logo koshidobudo-1
logo koshidobudo-1
logo koshidobudo-1
logo ricerca equilibrio
logo ricerca equilibrio

Asd Koshido-Budo

C/da banduto s.s. 122 - 90010 Serradifalco (CL)

 

C.F. 92038320856

 


facebook
instagram
youtube
whatsapp
phone
2n1a1058.jpeg
dojo.jpeg

SelfieWeb

A.S.D.

logo sicila-photoroom-photoroom

I PRINCIPI

logo koshidobudo-1

REGIONE SICILIA

Koshido-Budo

Disciplina Sportiva e Metodo Educativo riconosciuto dalla Regione Sicilia con Legge 09/2021 art. 82 GURS del 21/04/2021 anno 75 n. 17

Presto in arrivo

Il nostro sito Web è attualmente in fase di manutenzione programmata. Dovremmo tornare a breve. Grazie per la vostra pazienza.

img_20180513_182853 - copia.jpeg

KOSHIDO-BUDO

La Scuola si basa su una nuova disciplina marziale alla cui base c’è l’ambizione del praticante che percorrendo la “via” mira a ricercare l’equilibrio, inteso come sintesi armonica di mente corpo e spirito. Il nome della disciplina è infatti “La via della ricerca dell’equilibrio”

logo skb_page-0001.jpeg
dojo.jpeg

Il Sensei Michele Lattuca dopo anni dedicati allo studio e alla pratica del Judo, dell’Aikido, del Ju-Jutsu ma soprattutto del Karate Do, matura il suo pensiero “ideale” di arte marziale.

LE ORIGINI

“LA VIA DELLA RICERCA DELL’EQUILIBRIO”

Kōshidō Budō衡誌道. Composto dai kanji di 衡 kō equilibrio 誌 shi ambizione/ricerca 道 dō via la cui unione fornisce il filo conduttore della disciplina stessa ovvero “La via della ricerca dell’equilibrio”. Il suffisso budō invece rappresenta l’anello di congiunzione col passato, il legame con la tradizione, ad indicare la continuità con i principi etici che fin dall’inizio hanno caratterizzato le discipline orientali. Da questo legame che il suo fondatore ha con la tradizione, nasce l’esigenza di attribuire ad essa un nome giapponese che esprimesse il concetto italiano senza tralasciare il legame con le origini.

img_8426.jpeg

IL FONDATORE

logo ricerca equilibrio

Il Sensei Michele Lattuca nasce a San Cataldo nel 1978 e inizia la pratica del Karate nel 1992 nel suo paese natale, Serradifalco.

Nel 1996, con l’aiuto del suo maestro, riapre il Dojo a Serradifalco e inizia così per lui anche il percorso da insegnante. Nel 1997 spinto dal desiderio di conoscenza e di una maggiore apertura al mondo delle arti marziali, partecipa al primo stage interdisciplinare a Rimini. Rimane affascinato da questo mondo, dalle idee e dalle filosofie dei diversi maestri conosciuti sul tatami. Da quel giorno inizia un estenuante studio sulla storia, diffusione e filosofia delle diverse discipline marziali.

Lorem Ipsum dolor sit amet

FONDAMENTI

4.jpeg

Il Kōshidō Budō, ha sei tipi di fondamenti e sono:

- Il Saluto;

- Il Sempai;

- La Cintura;

- L'allievo;

- Il Kimono;

- Il Dojo.

dscn1389-jpg.jpeg

PRINCIPI

Il Kōshidō Budō, imposta il suo programma di studio basandosi sulla concezione che un’arte marziale non deve prediligere un singola parte tecnica o uno specifico settore ma deve porre il praticante nelle condizioni di avere di fronte a se lo studio delle arti marziali nella loro totalità. Concetto fondamentale dello studio dell’Arte è la distinzione tra Principi e tecnica, considerati come binomio indissolubile.

logo skb_page-0001.jpeg

IL LOGO

L’immagine del sole è stata appositamente scelta, perché esso per antonomasia è sinonimo di luce, che illumina la mente umana.

Il centro rappresenta l’elemento primo da dove nasce il tutto, il Sensei e la sua arte.

I raggi, tutti diversi invece, indicano gli allievi.

Questa diversità non viene vissuta come fonte di scontro tra compagni, ma è utilizzata per sfruttare la diversità collettiva come stimolo di crescita.

La scelta del logo non è soltanto ideologica, ma racchiude anche l’aspetto tecnico della disciplina in sé, poiché il centro designa i principi base che sostengono l’arte del KŌSHIDŌ BUDŌ e la scuola, mentre i raggi indicano l’espressione tecnica individuale dell’allievo.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder